en_USit_IT

Cosa mangia Cristiano Ronaldo?

06 Febbraio 2019andrea.leoni
Una cura maniacale del dettaglio nell’allenamento e nella vita. Quindi, anche per la sua dieta.

A prescindere da quale squadra si tifi, è impossibile non ammirare lo sforzo, la dedizione con cui si dedica Cristiano Ronaldo al suo lavoro. Il calcio. Starete pensando che di lavoro non si tratta. Ma per la professionalità che dimostra l’attaccante più famoso al mondo e che oggi milita nelle file della Juventus, diciamo che è più di un semplice lavoro. Ogni aspetto è curato alla perfezione da professionisti: dal suo parrucchiere di fiducia al fisioterapista fino appunto alla sua alimentazione.

Anche se è del 1985 gli esperti attribuiscono a Cristiano Ronaldo un’età molto più giovane rispetto a quella biologica. La sua massa grassa è al 7 per cento e ha un 50 per cento di muscoli. La sua preparatrice si chiama Samantha Clayton ovvero una ex velocista olimpionica che si aggiunge ai consigli dei preparatori atletici della Juventus e della palestra che abitualmente frequenta.

Chi ha svelato le sua abitudini alimentari per primo è stato il suo ex compagno di squadra ai tempi del Manchester United, Patrice Evra che raccontò in un’intervista: “una volta sono andato a cena da lui e c’erano solo insalata, pollo e acqua. Dopo il pasto ha iniziato a palleggiare e se n’è andato in piscina a nuotare“. Ma come funziona la sua giornata a livello di cibo? Cristiano Ronaldo fa sei piccoli pasti al giorno, ognuno a distanza di 3 ore l’uno dall’altro per poter permettere al metabolismo di rimanere sempre attivo.

Colazione: niente pane e nutella un nutrimento a base di uova o toast con prosciutto e formaggi magri. Da bere un’ottima spremuta. Chiaramente, i cereali sono integrali e la frutta sempre fresca. Quindi il pranzo è composto dal tipico menù-Ronaldo: insalata con pollo cotto ma se sono imminenti sfide pomeridiane un po’ di pasta (integrale) e frutta. A cena soltanto i tre pilastri della piramide ci sono vitamine, proteine e fibre e quindi frutta, pollo, riso e cereali vari. Più e più volte è stato visto con bistecche alla fiorentina che però non accompagna da un buon vino rosso. Uno dei must del calciatore infatti è evitare cibi preconfezionati ed alcol.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rimani aggiornato
Iscriviti alla nostra NEWSLETTER

Accetta il consenso della privacy ai sensi del Regolamento UE 2016/619. Clicca qui per maggiori informazioni.

  Noi rispettiamo la tua privacy, se vuoi cancellarti clicca qui